La Olim Palus, una delle nostre flagship e birre storiche, cambia pelle. Nata nel 2011 e seconda etichetta del Pontino dopo Runner Ale, la Olim Palus ha segnato il nostro percorso e quello stampo di matrice statunitense che ci ha contraddistinto fin dalla nascita. Abbiamo quindi pensato che fosse giunto il momento di un restyling per questa India Pale Ale che è parte della nostra breve storia. Il nome nacque per omaggiare il nostro territorio, ‘un tempo palude‘ e così rimarrà.

A cambiare sono le sue vesti grafiche, che mantengono comunque dei riferimenti ben chiari, e alcuni elementi produttivi. Olim Palus sarà brassata in double dry hopping. Il colore leggermente ambrato, con una schiuma cremosa e persistente, un’aromaticità forte e ben definita. I luppoli utilizzati, principalmente statunitensi (Amarillo, Cascade, Chinook) con un tocco neozelandese (Nelson Sauvin). 

A questo punto mancano solo i vostri giudizi e suggerimenti … Cheers!

OLIM PALUS – India Pale Ale

“Coloro che sognano di giorno colgono cose che sfuggono a chi sogna soltanto di notte” Eadgar Allan Poe

Tra le nostre prime nate, con la Olim Palus omaggiamo il territorio di origine e produzione: l’Agro Pontino, un ‘tempo palude’. Dal colore leggermente ambrato, la Olim Palus ha una schiuma cremosa e persistente, con un’aromaticità forte e ben definita. In bocca, la rotondità e il corpo di questa India Pale Ale, brassata in double dry hopping, fanno esplodere l’amaro dei luppoli (Amarillo, Cascade, Chinook, Nelson Sauvin), adattandosi bene al suo grado alcolico.

Dati tecnici

Alc. 6,4%

IBU: 90